Facebook Twitter
authorstream.net

Borbottii

Pubblicato il Gennaio 17, 2024 da Franklyn Helfinstine

Lo scrittore autoindulgente ascolta e poi i borghesi di sicofanti, rospi e adulanti, fallendo così dolorosamente per ascoltare le valide critiche di redattori, critiche e revisori.

Poiché il miglioramento comporta un tempo sufficiente per esaminare, modificare, rivedere, anche per riscrivere, lo scrittore autoindulgente evita o trascura di farlo. Tutta la scrittura potrebbe essere migliorata dalla revisione e dalla revisione: un grande cambiamento nel punto di vista, un grande cambiamento nella sintassi, un grande cambiamento nella sintassi o forse un cambiamento nel design. La maggior parte degli scrittori fiorenti fa uno sforzo e uno sforzo per valutare il loro lavoro prima della sottomissione a un editore, un editore o forse un'emittente.

Quegli scrittori che non valutano il loro lavoro si abbandonano all'autocommiserazione e incolpano il loro insufficiente successo su redattori, editori, editori, l'industria editoriale, anche i media, anche per un eccessivo incomprensione di questi come autori. Trascono di riconoscere che la loro autoindulgenza è la ragione a causa del loro fallimento. Trascurano di riconoscere che il successo è più sforzo che talento o genio. È davvero più semplice incolpare gli altri di quanto non sia davvero lottare, costruire e migliorare i loro talenti.

Spesso questi scrittori sono determinati dall'obesità di amici e parenti per giustificare il loro valore di essere un autore, romanziere, drammaturgo, poeta, giornalista, saggista o forse critico. Gli amici sono spesso poveri giudici della scrittura o non saranno onesti per la preoccupazione per alienare, deludente o denigrare See la tua faccia. I parenti fanno anche poveri tavole da risonamento esattamente dallo stesso motivo, ma inoltre attraverso l'invidia e la convinzione che possono fare anche o meglio. Generalmente il loro encomio è insignificante e di scarsa utilità per lo scrittore serio che spera in una valutazione altamente efficace della composizione.

Pertanto, lo scrittore autoindulgente elimina qualsiasi revisione o critica e trascura anche di giudicare il proprio lavoro prendendo fermamente tempo sufficiente per usare una grammatica e un incantesimo che sono una sezione della maggior parte o addirittura di tutti, elaboratori di testi. Le presentazioni vengono inviate con errori di battitura, errori di ortografia ed errori grammaticali lordi. Si chiedono perché il loro lavoro sia respinto, quindi borbottando di scrittori autoindulgenti.